Talloni screpolati? Scopriamo insieme quali sono le cause e i rimedi

talloni screpolati le cause e i rimedi

I talloni screpolati non sono solo un problema estetico: una pelle secca, poco idratata e fessurata può essere più soggetta a infezioni di origine batterica o fungina. Cosa fare, allora, per contrastare la secchezza dei piedi e dei talloni? In questo articolo scopriremo quali sono le cause dei talloni screpolati e quali i rimedi disponibili in farmacia

 

Perché i talloni si screpolano?

La secchezza della pelle e l’accumulo delle cellule morte a livello dei talloni possono causare dei fastidi e delle fastidiose e antiestetiche fessurazioni. E questi piccoli “spacchi” sulla superficie della pelle possono provocare, oltre che un fastidioso prurito, un certo disagio, soprattutto durante la bella stagione, quando si indossano calzature aperte. Tra le screpolature, poi, possono insinuarsi dei microrganismi (funghi e batteri) che possono causare delle infezioni. Prendersi cura della pelle dei piedi e dei talloni, quindi, risulta importante anche per mantenere una buona salute complessiva dell’organismo, e non solo per migliorare l’aspetto della cute a livello estetico.

Quali sono le cause dei talloni screpolati?

Il tallone è una parte del nostro corpo che subisce numerose sollecitazioni. Sia quando siamo in movimento che quando siamo fermi, sui talloni grava buona parte del peso del nostro corpo. Essendo sottoposto a forti pressioni, il tallone tende a risentirne. Oltre che a possibili infiammazioni delle terminazioni nervose (tallonite), i talloni tendono a risentire particolarmente di problemi di secchezza cutanea. Le principali cause dei talloni screpolati sono:

  • Frizione e sollecitazione fisica: come detto in precedenza, sui talloni grava quasi tutto il peso del nostro corpo, sia quando ci muoviamo che quando siamo fermi e in piedi. La frizione con la suola delle scarpe e il peso possono provocare o allargare piccole fessurazioni quando la pelle è piuttosto secca e disidratata. 
  • Calze e scarpe: indumenti che ostacolano la normale traspirazione della pelle possono causare un microclima che favorisce la secchezza e la disidratazione cutanea. 
  • Pelle secca: una pelle già di per sé poco idratata tende a seccarsi proprio nelle pieghe cutanee o nelle zone più soggette al peso corporeo o agli sfregamenti, come i talloni.
  • Attività fisica: alcuni sport possono favorire la disidratazione della pelle. L’acqua della piscina, per esempio, ricca di cloro, tende a seccare la pelle. Le arti marziali, che in generale vengono praticate a piedi nudi, possono alla lunga favorire la secchezza dei piedi per via della polvere che si accumula sul pavimento delle palestre o sui tappetini di gara. Anche la corsa, la marcia e tutti quegli sport che provocano una forte frizione tra scarpa e pianta del piede possono essere alla base della secchezza della pelle dei piedi e dell’ispessimento della cute a livello dei talloni.  

 

Cosa fare in caso di talloni secchi?

Esistono diversi rimedi utili per contrastare i talloni secchi. I rimedi più diretti e immediati sono quelli che puntano a reidratare localmente la pelle secca. In generale, per far tornare la pelle liscia e levigata, può essere utile eseguire questi passaggi:

    1. Fare un pediluvio: immergere i piedi in acqua calda, aggiungendo un po’ di sale grosso o bicarbonato, aiuta ad ammorbidire la pelle dei piedi e a rimuovere lo sporco e le impurità che possono annidarsi nelle fessure della pelle e intorno e sotto le unghie. Anche l’amido da bagno, prodotto che di solito si associa alla cosmesi dei bambini, può essere utile per ammorbidire e idratare la pelle dei piedi.
    2. Tamponare il piede con un asciugamano morbido e utilizzare una pietra esfoliante come la pietra pomice per rimuovere la pelle morta in eccesso, soprattutto a livello dei talloni. La pietra pomice può essere utilizzata anche mentre si fa il bagno o la doccia. 

 

 

Altri rimedi per proteggere i talloni e per mantenerli in buona salute sono:

  • Mantenere l’organismo sempre ben idratato: la salute della pelle passa dall’alimentazione: bere almeno un litro e mezzo di acqua ogni giorno favorisce l’idratazione della pelle. Anche gli alimenti ricchi di vitamina C (agrumi, ananas, kiwi) e vitamina E (olio d’oliva, noci, mandorle e, più in generale, la frutta secca), sono preziosi per mantenere la giusta morbidezza ed elasticità della pelle. 
  • Indossare calze e scarpe realizzate in materiali che permettono la giusta traspirazione della pelle. In questo senso si consiglia di indossare calze realizzate con fibre naturali come il cotone mentre per le scarpe esistono diversi modelli che permettono di mantenere un buon microclima all’interno della scarpa. Se si è soggetti a sudorazione eccessiva, può essere utile utilizzare una crema come Dermafresh ipersudorazione piedi
  • Per chi indossa abitualmente calzature aperte durante la primavera e l’estate si consiglia di utilizzare quotidianamente una crema idratante per piedi. In questo modo si contrasta la secchezza cutanea che può essere provocata dalla polvere. Questo consiglio è valido anche per chi pratica nuoto in piscina o arti marziali. In caso di pelle particolarmente secca si consiglia di utilizzare una crema rigenerante, specifica per pelle secca, come CeraVe
  • Anche le talloniere in gel, normalmente utilizzate per l’infiammazione dei tendini e la tallonite, possono essere utili per mitigare la frizione tra scarpa e tallone che può peggiorare l’ispessimento della pelle secca. 

Quando i talloni screpolati sono una condizione che provoca disagi e fastidi importanti si consiglia di consultare un dermatologo. Il medico valuterà i rimedi più adatti per ripristinare la corretta idratazione della pelle dei piedi e per trattare eventuali ispessimenti cutanei, ragadi e fessurazioni. Soprattutto le persone che hanno il diabete di tipo 1 o di tipo 2 devono prestare attenzione alla salute dei piedi. Controlli periodici con il medico di fiducia o con il dermatologo possono essere utili per mantenere sotto controllo la salute della pelle dei piedi.

 

Le creme esfolianti e idratanti per i piedi

Come abbiamo visto, esfoliazione e idratazione sono due azioni fondamentali per mantenere i talloni (e più in generale la pelle dei piedi) in salute. Una crema idratante completa per talloni secchi e ispessiti deve svolgere contemporaneamente queste due azioni per favorire una pelle morbida, integra e luminosa. 

Quando la pelle è particolarmente secca (condizione definita in termini medici xerosi cutanea) e ispessita (pelle soggetta a ipercheratosi) può essere utile una crema esfoliante ed emolliente a base di urea

L’urea svolge un’azione idratante, ammorbidente e favorisce l’esfoliazione cutanea rendendo la pelle morbida, levigata e lucida. Le creme con urea promuovono quindi il ripristino della normale idratazione ed elasticità della cute dei piedi, ma soprattutto contrastano i sintomi e i segni dell’ipercheratinizzazione (con il termine ipercheratinizzazione o ipercheratosi si intende l’ispessimento della pelle correlato alla proliferazione dei cheratinociti, ovvero le cellule della pelle ricche di cheratina, proteina che svolge un ruolo protettivo e strutturale).

In generale, le creme con azione emolliente-rigenerante per i piedi hanno una concentrazione di urea che va dal 5 al 10%. Creme a base di urea con concentrazioni superiori, che possono arrivare fino al 40% nei prodotti cosmetici, vengono utilizzate per il trattamento di pelle secca, duroni e callosità. 

 

Conclusioni

I talloni screpolati sono una problematica comune e piuttosto diffusa, soprattutto tra le persone che soffrono di pelle secca e sono soggette a xerosi. Utilizzare quotidianamente e con continuità creme e mousse idratanti per i piedi può essere utile per mantenere la corretta idratazione cutanea. Anche per chi pratica sport come il nuoto o le arti marziali è consigliabile utilizzare ogni giorno una crema idratante per i piedi o, quantomeno, fare un pediluvio subito dopo l’attività sportiva per eliminare alla fonte alcuni fattori alla base della secchezza cutanea come la polvere o il cloro.

In caso di ispessimento della pelle (ipercheratosi), soprattutto a livello della pianta del piede e dei talloni, può essere utile utilizzare una crema a base di urea. L’azione esfoliante e ammorbidente dell’urea, infatti, aiuta a contrastare l’ipercheratosi, oltre che la secchezza cutanea. 

Quando la condizione di secchezza cutanea è importante, o quando la persona soffre anche di alcune patologie che possono provocare problematiche a livello dei piedi (come per esempio il diabete), si consiglia di consultare un medico o un dermatologo. 

Noi di Farmacia Cairoli siamo a tua disposizione per offrirti ulteriori informazioni sui talloni secchi e screpolati. Non esitare a contattarci per richiedere maggiori informazioni sui prodotti cosmetici e sui rimedi utili per contrastare le più comuni problematiche correlate alla pelle secca.

Altri articoli per te:

Farmacia Cairoli logo

VISITA LA NOSTRA FARMACIA - PER TE SCONTI FINO AL 70%