Selenio: come e perché può aiutare la tua salute

Il selenio è uno di quei minerali con molti punti a favore e alcuni accorgimenti.

Si tratta di un prodotto molto utile e che spesso ci capita di consigliare, in Farmacia come a portata di click (infatti i prodotti al selenio si trovano anche sul nostro negozio online).

Cos’è e perché se ne parla (anche) per il covid?

l selenio è un oligoelemento presente in molti prodotti come pesce, carne e cereali. La ricchezza di selenio nei vegetali e nei funghi è sempre proporzionale alla sua abbondanza nel terreno.

Benché tossico in grandi dosi, in piccoli quantitativi risulta essenziale per l’uomo. Un buon uso di selenio nella dieta riduce la tossicità di mercurio nel corpo (in quantità basse o modeste) oltre che per altri metalli potenzialmente contaminanti. Di contro bassi livelli di selenio possono portare più rischio di cancro, malattie infiammatorie e disturbi cardiovascolari. Come per esempio anche l’invecchiamento precoce e la formazione di cataratta.

In più, essendo un alimento molto importante per l’omeostasi corporea, spesso lo troviamo come elemento fondamentale per integratori alimentari (multisalini e vitaminici), per alimenti dietetici e per prodotti fortificati.

Fin qui nulla di nuovo, anzi è ormai abbastanza assodato che si tratti di un alimento che influenza la prognosi di malattie. Alcuni studi parlano di correlazione tra l’integrazione alimentare con selenio e un effetto chemiopreventivo per alcuni tipi di cancro. L’aspetto interessante è relativo al COVID-19.

Secondo la professoressa Margaret Rayman, dottorato in Biochimica Inorganica del Somerville College di Oxford, e la sua equipe dell’University of Surrey, i dati dell’esperienza cinese mostrano un legame tra pazienti e selenio. La notizia è stata pubblicata settimana fa, sull’American Journal of Clinical Nutrition.

I ricercatori inglesi hanno raccolto una serie di dati provenienti da 250 città e province cinesi per analizzare eventuali correlazioni tra livelli di selenio nella popolazione e incidenza di Covid-19.

Dove si trova il selenio? Come integrarlo nella propria dieta?

Questo può essere uno stimolo per tutti noi per fare più attenzione alla nostra dieta.

Ancora una volta si passa dalla cura di noi stessi: parlare di consigli alimentari e della cura del corpo, oggi come oggi, non è nulla di nuovo.

Quindi i consigli sono di mangiare alimenti ricchi di selenio come pesce (rombo, gamberi, polpo e orata), carne rossa, cereali integrali, noci del Brasile, semi di chia, formaggi, albicocche e uova. Durante i mesi passati tutti abbiamo cambiato le nostre abitudini, di interazione con il mondo, di consumo e di dieta. Dati alla mano mangiamo più frutta, verdura e legumi (secondo una analisi Oersa, Osservatorio sulle eccedenze, sui recuperi e sugli sprechi alimentari).

Oltre a ciò ci sono supporti disponibili anche in farmacia, per un sostegno di questo tipo come integratori e farmaci. Ovviamente occorre sempre assumere questi prodotti previa consultazione di un professionista, farmacista o medico.

Integratori al selenio

Sono prodotti da banco sotto forma di capsule, compresse, bustine. Spesso il selenio si trova associato a vitamine (B, C, E), minerali come il calcio ed estratti vegetali.

L’unione tra selenio e Vitamina E: quale scegliere?

Selenio in compresse

Natural Point Selenio propone una soluzione a 60 compresse ideali per difendere il proprio corpo e prendersi cura di sè. Al selenio si aggiunge la vitamina E e insieme supportano le cellule dallo stress ossidativo. Ovviamente il prodotto non può sostituire una sana dienta equilibrata e una regolare attività fisica.

Selenio in liquido

Selenio e Vitamina C è la soluzione pronta all’uso (se prima agitata). Questo prodotto, facile da assumere perché è in forma liquida, può essere mescolata a cibi o bevande. Bisogna fare attenzione al contatto con stoviglie metalliche, per evitare la carica ionica. Il prodotto, per donne in gravidanza o in allattamento, va assunto previa consultazione del medico.

Soluzioni per una dieta da integrare

In alcune circostanze le diete possono portare a un ridotto apporto di sostenze di cui il nostro corpo necessità. Prodotti come Selenium-ACE® EXTRA aiutano il copro con Selenio, Vitamina C e la Vitamina E.
In aggiunta è la soluzione ideale per quando si ha un aumentato di fabbisogno di questi nutrienti.

Integratori per vegani e vegetariani

LongLife Selenium 110 mcg è la soluzione vegan. Si tratta di un integratore alimentare di selenio. 100 compresse fondamentali per l’azione antiossidante e il funzionamento del sistema immunitario e non solo.
Questo prodotto è un supporto per gli annessi cutanei, la tiroide e la spermatogenesi. Adatto a vegetariani e vegani.

I minerali per la giusta carica

Un supporto all’effetto antiassoidante della vitamina E. Questa soluzione di selenio e metionina aiutano la biodisponibilità.

Questa è la scelta ideale per supportare il sistema immunitario. Puoi prendere OLIGO SEL PLUS una o due volte al giorno, meglio con un bicchiere d’acqua duarante il pasto.

L’integratore per l’estate

Fresco e utile il Succo Melagrana con Selenio è un concentrato di Melagrana e Selenio.
Il Selenio, antiossidante e protettivo dei costituenti cellulari dal danno ossidativo, e la melagrana, succo caratteristico e molto fresco, si uniscono in questa soluzione buona e fortificante per il corpo.

I farmaci al selenio

Donne in gravidanza o pazienti affetti da tiroidite di Hashimoto possono avere necessità di dosi maggiori di selenio. Questo consultando il medico, dato che se assunto per un lungo periodo può interferire con alcuni medicinali. Ad esempio gli anticoagulanti (warfarin, acido acetilsalicilico, clopidogrel e altri), i barbiturici o la pillola contraccettiva.
Per ogni dubbio o necessità non esitare a contattare un professionista prima si assumere questi prodotti, ricorda che noi siamo sempre a tua disposizione nel caso ti occorra un parere su quale prodotto iniziare a utilizzare.

Altri articoli per te:

Farmacia Cairoli logo

VISITA LA NOSTRA FARMACIA - PER TE SCONTI FINO AL 70%