Emorroidi: sintomi, rimedi e cura. Tutto quello che devi sapere

Emorroidi: tutto quello che devi sapere

Se sei arrivato/a in questo articolo è perché hai avuto dei fastidi o vuoi informarti in merito alle emorroidi. Sei nel posto giusto perché ti aiuteremo a scoprire qualcosa in più e soprattutto ti informeremo sulla cura nel caso di problematiche.

 

Cosa sono le emorroidi?

Le emorroidi (o pile), sono dei grappoli di vene simili a cuscini che giacciono proprio sotto le mucose che rivestono la parte più bassa del retto e dell’ano. La condizione che la maggior parte di noi chiama emorroidi, si sviluppa quando quelle vene o vasi sanguigni del canale anale diventano gonfie e distese come le vene varicose nelle gambe, per intenderci.

Le emorroidi hanno una serie di cause, ma spesso la fuoriuscita è sconosciuta. Fortunatamente, sono disponibili opzioni efficaci per il trattamento. Molte persone ottengono sollievo dai trattamenti domestici e dai cambiamenti nello stile di vita. Ed è proprio per questo che noi di Farmacia Cairoli abbiamo pensato di darti alcuni consigli che possano fare al caso tuo sia a livello di trattamento che pratici per cambiare il tuo stile di vita.

 

Emorroidi interne ed esterne: quali sono le differenze?

Esistono due tipi di emorroidi: emorroidi interne, che si verificano nel retto inferiore, ed emorroidi esterne, che si sviluppano sotto la pelle intorno alla zona anale. Vediamole nel dettaglio:

Le emorroidi esterne sono le più fastidiose, perché la pelle sovrastante si irrita e si erode. Se si forma un coagulo di sangue all’interno di un’emorroide esterna, il dolore può essere improvviso e grave. Potresti sentire o vedere un nodulo attorno all’ano. Il coagulo di solito si dissolve, lasciando la pelle in eccesso che può prudere o irritare. Purtroppo la pelle in fuoriuscita nei casi più gravi può anche essere soggetta ad infezioni, proprio per questo i trattamenti sono sempre consigliati.

Le emorroidi interne sono in genere indolori, anche quando producono sanguinamento. Ad esempio, potresti vedere sangue rosso vivo sulla carta igienica o gocciolare nel water. Le emorroidi interne possono anche proliferare o estendersi oltre l’ano, causando numerosi potenziali problemi. Quando un’emorroide sporge, può raccogliere piccole quantità di muco e minuscole particelle di feci che possono causare un’irritazione. Pulire costantemente per cercare di alleviare il prurito può peggiorare il problema. Anche in questo caso i trattamenti sono consigliati e nei casi più gravi è sempre bene consultare immediatamente il tuo medico di base.

 

Quali sono le cause delle emorroidi?

Tradizionalmente, le emorroidi sono associate a costipazione cronica, tensione durante i movimenti intestinali. Tutti elementi che interferiscono con il flusso sanguigno da e verso l’area, causando la raccolta e l’allargamento dei vasi. Questo spiega anche perché le emorroidi sono comuni durante la gravidanza, quando l’utero allargato preme sulle vene.

Studi più recenti mostrano che i pazienti con emorroidi tendono ad avere la muscolatura liscia del canale anale più stretta della media. La costipazione si aggiunge a questi problemi, perché lo sforzo durante un movimento intestinale aumenta la pressione nel canale anale e spinge le emorroidi contro il muscolo dello sfintere. Infine, i tessuti connettivi che supportano e mantengono in posizione le emorroidi possono indebolirsi con l’età, causando il rigonfiamento e il prolasso. Infatti le vene intorno all’ano tendono ad allungarsi sotto pressione e possono gonfiarsi.

Le emorroidi si possono sviluppare da una maggiore pressione nel retto inferiore a causa di:

  • Sforzo durante i movimenti intestinali
  • Maggior tempo dedicato alla defecazione
  • Diarrea e stipsi
  • Obesità
  • Gravidanza
  • Rapporti anali
  • Dieta a basso contenuto di fibre

 

Come si fa a capire se sono emorroidi?

Le emorroidi di solito possono essere diagnosticate da una semplice anamnesi ed esame fisico. Le emorroidi esterne sono generalmente evidenti, specialmente se si è formato un coagulo di sangue. Il medico può eseguire un esame rettale digitale, per verificare la presenza di sangue nelle feci. Il dottore può anche esaminare il canale anale con un anoscopio: un corto tubo di plastica inserito nel retto. Se sono presenti segni di sanguinamento rettale o sangue microscopico nelle feci, è possibile eseguire la colonscopia per escludere altre cause di sanguinamento come polipi del colon-retto o cancro, specialmente nelle persone di età superiore ai 45 anni.

 

Quali sono i sintomi delle emorroidi?

Segni e sintomi di emorroidi di solito dipendono dal tipo di emorroidi e dalla gravità. Come abbiamo detto ci sono due tipi di emorroidi e proprio per questo ci sono diversi sintomi e fattori per valutare la situazione:

Emorroidi esterne

  • Prurito o irritazione nella cavita anale
  • Dolore o disagio
  • Gonfiore della regione attorno all’ano
  • Piccole emorragie

Emorroidi interne

Le emorroidi interne si trovano all’interno del canale anale. Di solito non riesci a vederli o sentirli e raramente causano disagio. Ma lo sforzo o l’irritazione al passaggio delle feci possono causare:

  • Sanguinamento indolore durante i movimenti intestinali. Potresti notare piccole quantità di sangue rosso vivo sul tessuto o nel water quando vai al bagno.
  • Un’emorroide può spingere attraverso l’apertura anale (emorroidi prolasso), causando dolore e irritazione.

Se il sangue si accumula in un’emorroide esterna e forma un coagulo (trombo), può provocare:

  • Dolore intenso
  • Rigonfiamento
  • Infiammazione
  • Un nodulo duro

Sebbene le emorroidi siano dolorose, non sono pericolose per la vita e spesso scompaiono da sole senza cure. Se però le hai spesso, potresti sviluppare sintomi di anemia, come debolezza e pallore a causa della perdita di sangue.

 

Fattori di rischio

Le emorroidi possono essere trasmesse geneticamente da genitore a figlio, quindi se i tuoi genitori avevano le emorroidi, è più probabile che tu le abbia. Il costante sollevamento di carichi pesanti, l’obesità o altri sforzi costanti sul corpo possono aumentare il rischio di emorroidi.

Stare troppo in piedi, in posizione eretta, senza fare una pausa per sedersi può incentivare lo sviluppo di emorroidi. Anche i rapporti sessuali anali causano infiammazione e rigonfiamento del tessuto vascolare, aumentando la possibile insorgenza di questo fastidioso disturbo. La diarrea e le scariche frequenti, possono aumentare il rischio di emorroidi. Hai anche maggiori probabilità di sviluppare emorroidi in caso di gravidanza, ma questo è da valutare sotto consiglio del proprio medico di fiducia.

 

Trattamento delle emorroidi

Rimedi casalinghi

Spesso puoi alleviare il lieve dolore, il gonfiore e l’infiammazione delle emorroidi con i trattamenti a casa. Vediamo alcuni di questi.

  • Mangia cibi ricchi di fibre, cereali integrali, più frutta e verdura. Questi alimenti ammorbidiscono le feci aumentandone la massa. Le fibre ti aiuteranno a evitare lo sforzo, durante le scariche quotidiane. Aggiungi fibra lentamente alla tua dieta per evitare problemi con i gas intestinali, che potrebbero crear fastidio.
  • Usa trattamenti topici. Applica una crema per emorroidi da banco o una supposta contenente idrocortisone. Puoi utilizzare cuscinetti contenenti amamelide o un agente “paralizzante”. Infatti, se le emorroidi producono solo un lieve disagio, il medico potrebbe suggerire creme, pomate, supposte o cuscinetti da apporre sulla seduta. Questi prodotti contengono ingredienti come l’amamelide, l’idrocortisone e la lidocaina, che possono alleviare temporaneamente il dolore e il prurito.

Gel e pomate

Ti consigliamo: PROCTOIAL GEL RETTALE EMORROIDI RAGADI 30 ML

Davvero un ottimo prodotto, è indicato per chi ha problemi di emorroidi o ragadi anali. Favorisce la cicatrizzazione di traumi o lesioni soprattutto nel caso in cui ci sia stato un intervento di rimozione. Il prezzo è nella media per un prodotto così valido.

Ti consigliamo: EMORTROFINE GEL 50ML

Un buon trattamento per le emorroidi interne. Emortrofine Gel è una soluzione ipertonica, viscosa e osmoticamente attiva. E’ ottima perché forma una sorta di strato film sulle emorroidi e attira il liquido ipotonico che si trova sulla superficie. Questo aiuta a ridurre l’edema e riduce al minimo il dolore e le irritazioni. Prezzo ottimo per un prodotto così valido.

Ti consigliamo: NEOFITOROID BIOPOMATA 40ML

Prodotto naturale del marchio Aboca a base di complessi molecolari vegetali. Ottimo perché svolge un’azione lenitiva e protegge la mucosa ano-rettale. E’ perfetto anche per contrastare pruriti e infiammazione. Indicato sia per trattamento emorroidi interne che esterne, il prezzo è nella media.

Supposte

Ti consigliamo: CICATRIDINA SUPPOSTE 10 PEZZI

Le supposte sono un trattamento perfetto per le emorroidi e tutti i disturbi del canale ano-rettale dopo la chirurgia. Coadiuvano il processo di riparazione nella rettocolite ulcerose e nell’ulcera solitaria del retto. Sappiamo che è possibile diano fastidio ma sono un ottimo rimedio e il loro prezzo è ottimo.

 

Farmaci

  • Fai regolarmente un bagno caldo.
  • Prendi antidolorifici per via orale. È possibile utilizzare paracetamolo, aspirina o ibuprofene, per alleviare il disagio.
  • Da applicare nella zona interessata: Benzocaina, Lidocaina, Dibucaina.

Con questi trattamenti, i sintomi delle emorroidi spesso scompaiono entro una settimana. Consulta il tuo medico se non ricevi sollievo o prima se hai forte dolore o sanguinamento

 

Trombectomia da emorroidi esterne

Se si è formato un coagulo di sangue doloroso (trombosi) all’interno di un’emorroide esterna, il medico può rimuovere l’emorroide. Questa procedura, eseguita in anestesia locale, è più efficace se eseguita entro 72 ore dallo sviluppo di un coagulo.

 

Legatura elastica delle emorroidi

Per sanguinamento persistente o emorroidi dolorose, il medico potrebbe raccomandare una delle altre procedure minimamente invasive disponibili. Questi trattamenti possono essere eseguiti nello studio del medico o in altre strutture ambulatoriali e di solito non richiedono anestesia.

Per la legatura elastica, il medico posiziona uno o due piccoli elastici attorno alla base di un’emorroide interna per interromperne la circolazione. L’emorroide appassisce e cade entro una settimana.

Il bendaggio delle emorroidi può essere scomodo e causare sanguinamento. Occasionalmente possono verificarsi complicanze più gravi.

 

Iniezione (scleroterapia)

Il medico inietta una soluzione chimica nel tessuto emorroideo per ridurla. Mentre l’iniezione provoca poco o nessun dolore, potrebbe essere meno efficace della legatura dell’elastico.

 

Coagulazione (infrarossi, laser)

Le tecniche di coagulazione utilizzano laser o luce infrarossa o calore. Esse induriscono e restringono emorroidi interne piccole e sanguinanti. La coagulazione ha pochi effetti collaterali e di solito provoca poco fastidio.

 

Procedure chirurgiche per eliminare le emorroidi

Solo una piccola percentuale di persone con emorroidi richiede un intervento chirurgico. Tuttavia, se altre procedure non hanno avuto successo o si hanno emorroidi di grandi dimensioni, il medico potrebbe raccomandare una delle seguenti operazioni chirurgiche:

 

Rimozione di emorroidi (emorroidectomia)

Scegliendo una delle varie tecniche, il chirurgo rimuove il tessuto in eccesso che provoca sanguinamento. L’intervento chirurgico può essere eseguito con anestesia locale combinata con sedazione, anestesia spinale o anestesia generale.

L’emorroidectomia è il modo più efficace e completo per trattare le emorroidi gravi o ricorrenti. Le complicazioni possono includere difficoltà temporanee a svuotare la vescica, che può causare infezioni del tratto urinario.

La maggior parte delle persone ha un po’ di dolore dopo la procedura, che i farmaci possono alleviare. Anche immergersi in un bagno caldo potrebbe aiutare.

 

Graffatura delle emorroidi

La graffatura generalmente comporta meno dolore dell’emorroidectomia e consente un precedente ritorno alle normali attività. Rispetto all’emorroidectomia tuttavia, la pinzatura è stata associata a un maggior rischio di recidiva e prolasso rettale.

Le complicanze possono anche portare a sanguinamento, ritenzione urinaria e raramente alla sepsi. Parla con il tuo medico dell’opzione migliore per te.

 

Conclusioni

Come hai avuto modo di leggere le emorroidi possono causare grandi fastidi e alle volte nei casi più gravi vanno rimosse. Il nostro consiglio è quello di rivolgerti al tuo medico di base in modo che sappia consigliarti come procedere. Nel caso in cui non sia un problema grave, ma semplicemente un fastidio dovuto allo stress o allo sforzo durante la defecazione, puoi rivolgerti a noi di Farmacia Cairoli. Farmacia Cairoli è al tuo fianco per ogni problema e ti sapremo consigliare il prodotto migliore per te e per i tuoi bisogni. Speriamo di esserti stati utili, ti ricordiamo che puoi contattarci e prendere visione dei nostri prodotti dal nostro sito internet. Per consigli o preparazioni galeniche puoi contattarci telefonicamente.

Altri articoli per te:

come togliere le zecche al cane e alle persone
Cura delle pelle

Come togliere le zecche?

La zecca: un parassita a cui prestare particolarmente attenzione sia per il nostro benessere che per quello dei nostri amici a quattro zampe. In questo

Leggi l'articolo
Farmacia Cairoli logo

VISITA LA NOSTRA FARMACIA - PER TE SCONTI FINO AL 70%