Creme solari migliori: come sceglierle?

Con la bella stagione vacanze e relax significano spesso fare il pieno di sole. Ma quali sono le creme solari migliori per proteggere la nostra pelle dagli effetti negativi correlati all’eccessiva esposizione ai raggi solari? In questo approfondimento vedremo insieme come scegliere la migliore protezione solare per prendersi cura del benessere della propria pelle. 

 

Protezioni solari: che cosa sono?

 

Una sostanza (o un materiale) capace di prevenire gli effetti negativi dei raggi solari sulla pelle può essere considerata una protezione solare. 

Oltre ai rischi correlati al calore, l’azione del sole rappresenta un pericolo per eritemi e scottature. In alcuni casi, poi, l’eccessiva esposizione al sole senza protezione, alla lunga può favorire l’insorgenza anche di gravi patologie, come per esempio alcuni tumori della pelle. 

 

Raggi UV e radiazione solare

 

Raggi infrarossi (IR), luce visibile (quella percepibile dall’occhio umano) e raggi ultravioletti (UV) sono i principali componenti delle radiazioni solari. In questo approfondimento ci concentreremo in particolare sui raggi ultravioletti (UV), ovvero sui raggi che promuovono il rilascio della melanina dai melanociti e che, se non opportunamente moderati dall’azione di un filtro solare, possono accelerare l’invecchiamento cellulare e provocare danni alla pelle. 

In base alle diverse lunghezze d’onda, i raggi UV si suddividono in:

  • raggi UVA, che penetrano in profondità nella pelle fino a raggiungere il derma. I raggi UVA stimolano il rilascio di melanina dai melanociti e quindi favoriscono l’abbronzatura. Tuttavia, questo non significa che siano benefici per la pelle: ricordiamo che i melanociti rilasciano la melanina per proteggere la pelle dall’azione nociva dei raggi UV. Gli UVA sono presenti tutto l’anno, anche nei giorni in cui il cielo è coperto e nuvoloso. Gli effetti degli UVA sono meno immediati rispetto a quelli degli UVB, ma alla lunga possono risultare di maggiore gravità. Occhiali da sole, indumenti protettivi e filtri solari sono gli strumenti più adatti per proteggersi dai raggi UVA.
  • raggi UVB, che sono i principali responsabili delle scottature e degli eritemi solari. I raggi UVB sono particolarmente presenti in estate, nelle ore centrali del giorno. Anche i raggi UVB stimolano la produzione e il rilascio di melanina da parte dei melanociti e sono implicati nella sintesi della vitamina D, sostanza importantissima per il benessere delle ossa. 
  • raggi UVC, che non arrivano al suolo perché schermati dal sottile strato di ozono che protegge il nostro pianeta. I raggi UVC sarebbero particolarmente pericolosi per la nostra salute, per questo motivo la comunità internazionale da molti anni ha messo al bando prodotti contenenti sostanze in grado di favorire la crescita del cosiddetto “buco nell’ozono”.

 

I filtri solari e il fattore di protezione SPF

 

Ti sarà sicuramente capitato di leggere sull’etichetta di un latte o di una crema solare la sigla SPF. Ma che cosa significa SPF

SPF sta per Sun Protection Factor, ovvero Fattore di Protezione Solare, e fornisce una indicazione numerica che va da 6 a 50+ che corrisponde alla capacità del prodotto di schermare i raggi UVB. 

Il numero correlato al SPF identifica una dose di esposizione (durata x per area x potenza radiante) multipla di quella dose che produce eritema. Cosa significa? Significa, per esempio, che un SPF 50 dovrebbe portare all’eritema una dose di 50 volte più alta rispetto a quella prevista senza protezione solare. Attenzione però: non basta moltiplicare il SPF per il tempo di esposizione solare senza protezioni. Bisogna tenere conto anche di altri fattori che possono influire sull’efficacia del filtro tra cui: la zona geografica, l’altitudine, le condizioni meteorologiche e l’ora del giorno (in generale i raggi UVB sono più dannosi per il nostro organismo nelle ore centrali della giornata, circa tra le 10 e le 16).

Alcune precisazioni sui SPF indicati sulle etichette delle creme e delle lozioni solari:

Ricordiamo che:

  • in Europa non vengono indicati in etichetta SPF inferiori a 6.
  • Il numero indica un intervallo variabile che, a seconda della crema solare, può variare. Quindi SPF 6 può indicare una misura compresa tra 6 e 9,9. 

 

In elenco le specifiche dei vari filtri solari e la sua efficacia protettiva di un prodotto solare:

  • SPF 10 può indicare una misura compresa tra 10 e 14,9.
  • SPF 15 può indicare una misura compresa tra 15 e 19,9.
  • SPF 20 può indicare una misura compresa tra 20 e 24,9.
  • SPF 25 può indicare una misura compresa tra 25 e 29,9.
  • SPF 30 può indicare una misura compresa tra 30 e 49,9.
  • SPF 50 può indicare una misura compresa tra 50 e 59,9.
  • SPF 50+ può indicare una misura maggiore o uguale a 60.

 

Quale protezione solare scegliere?

 

La migliore crema solare è quella che soddisfa diversi criteri di natura oggettiva e soggettiva. Dal punto di vista oggettivo e cosmetologico, una buona crema solare deve essere:

    • fotostabile (i suoi componenti non devono modificarsi in seguito all’esposizione ai raggi solari);
    • possedere un ampio spettro di protezione (UVB e UVA);
    • deve essere sicura e priva di sostanze che possono sensibilizzare la pelle;
    • deve essere resistente al sudore e all’acqua;

 

  • deve essere di facile applicazione e deve risultare gradevole sulla pelle. 

 

 

Tra i fattori non cosmetologici e soggettivi (perché correlati al luogo in cui si trova la persona o a fattori personali) invece ricordiamo:

  • il fototipo. I fototipi sono 6 e rappresentano una classificazione a seconda del tipo di pelle e del colore di capelli e occhi in relazione all’esposizione ai raggi solari e all’effetto prodotto da questi ultimi sulla pelle. Si va dal fototipo I (carnagione lattea, capelli rossi o biondi, occhi azzurri/grigi, che richiede fattori di protezione SPF 50+ per le prime esposizioni) al fototipo VI (carnagione scurissima o nera, capelli neri, occhi marrone scuro, che richiede un fattore di protezione 6 per le prime esposizioni al sole).
  • l’età (bambini e anziani hanno una pelle più delicata, che richiede l’utilizzo di creme solari ad alta protezione. In generale le migliori creme solari per bambini e per anziani sono quelle con fattori di protezione SPF 50 e SPF 50+);
  • la durata e l’orario di esposizione (meglio evitare l’esposizione prolungata ai raggi del sole nelle ore centrali della giornata, ovvero tra le 10 e le 16);
  • l’altitudine. Secondo alcune stime, ogni 1000 metri di dislivello le radiazioni UV aumentano di circa il 4%: è pertanto importante utilizzare protezioni solari più alte o riapplicare più volte la crema solare nel contesto di gite in montagna, sia in estate, che in inverno);
  • la latitudine. Più ci si avvicina all’equatore più l’intensità del sole diventa maggiore: è importante tenere conto di questo fattore quando si viaggia in Paesi tropicali e vicini all’equatore;
  • temperatura e umidità. Le alte temperature e alti livelli di umidità possono incidere sulla traspirazione della pelle o favorire l’aumento della sudorazione con conseguente diminuzione dell’efficacia della protezione solare (specialmente se non adeguatamente resistente all’acqua);
  • superfici riflettenti. L’acqua, la sabbia, la neve e il ghiaccio possono riflettere i raggi UV moltiplicandone gli effetti nocivi;
  • alcuni farmaci e alcune patologie possono aumentare la sensibilità della pelle al sole. Se si stanno seguendo delle terapie farmacologiche è bene consultare il medico di famiglia o il dermatologo per valutare la corretta gestione dell’esposizione al sole.

 

Creme solari per adulti e per bambini

 

Ciò che emerge da quanto elencato nel precedente paragrafo è: non esiste la migliore crema solare in assoluto, ma la migliore crema solare a seconda della persona e del contesto di utilizzo. Per esempio le migliori creme solari per bambini sono quelle in grado di proteggere al meglio la loro pelle, che di solito è più delicata e meno resistente all’azione dei raggi solari; le migliori creme solari per adulti sono quelle in grado di proteggere al meglio la pelle a seconda del fototipo e delle condizioni ambientali in cui si trova la persona che intende esporsi al sole. 

 

Perché è importante utilizzare una protezione solare prima di esporsi al sole?

 

In generale, quando stiamo utilizzando nel modo corretto una buona crema solare non incorriamo negli spiacevoli sintomi che accompagnano le scottature solari, ovvero: arrossamento della pelle, bruciore e formazione di vesciche o bolle

 

Quando utilizzare la crema solare?

 

C’è l’abitudine diffusa di utilizzare della crema solare soltanto in estate, quando si è al mare, in piscina o in montagna. Certamente al mare, in piscina o in montagna si verificano più facilmente le condizioni per cui è necessario utilizzare una protezione solare. Tuttavia, le creme solari non vanno utilizzate esclusivamente quando si “prende il sole”. Le creme solari vanno utilizzate in tutte le occasioni in cui ci si espone per un periodo prolungato alla luce del sole. 

Anche in città (e alle latitudini italiane specialmente in estate) è importante utilizzare una crema solare per esempio quando si va a fare una passeggiata o se si lavora all’aperto. È particolarmente importante utilizzare tutto l’anno una protezione solare soprattutto se si ha una pelle molto chiara e particolarmente sensibile all’azione diretta dei raggi solari. 

 

Dove si possono comprare le creme solari?

 

In farmacia è possibile acquistare creme e lozioni solari che possono essere adeguate a seconda del proprio fototipo o delle condizioni ambientali in cui avverrà l’esposizione al sole. Ecco alcune creme a molto alta o ad alta protezione solare per il corpo e per il viso:

 

Creme con schermo protettivo minerale

 

Le creme a schermo minerale contengono filtri fisici (di solito biossido di titanio) in grado di assorbire i raggi UV. 

Avene crema schermo minerale SPF 50+ 

Skema crema schermo totale 

 

Creme solari con protezione 50 +

 

Anthelios Latte idratante SPF 50+ tubo eco-sostenibile 

Avene latte protezione solare molto alta SPF 50+  

Rilastil sun system crema vellutata SPF 50+ 

 

Creme solari con protezione 30

 

Bionike Defence Sun 30 crema minerale 

Bionike Defence Sun crema fondente protettiva SPF 30  

Rilastil sun system crema latte SPF 30 protezione alta 

 

Creme solari ad alta protezione senza profumo

 

Anthelios crema protezione solare SPF 50 senza profumo 

Uriage Bariésun Fragrance-Free Cream SPF 50+ 

 

Creme solari per il viso

 

SVR Sun Secure crema viso SPF 50+

Caudalie crema soluzione viso protezione solare SPF 30 

 

Creme solari per bambini

 

Anthelios Gel protezione solare pelle bagnata dermo pediatrica SPF 50+ 

Avene solare spray protezione molto alta SPF 50+ per bambino 

Avene solare latte bambino protezione molto alta SPF 50+

 

Protezioni solari bio e naturali – Leggi l’articolo

 

Conclusione

 

Se hai bisogno di ulteriori informazioni sulle creme solari e sui fattori di protezione, noi di Farmacia Cairoli siamo a tua disposizione. Ti ricordiamo che se stai seguendo una terapia farmacologica o in caso di patologie in atto è bene consultare il medico o il dermatologo per essere guidati nella gestione dell’esposizione al sole e nella scelta della migliore crema solare a seconda delle proprie necessità di salute.

 

Come prolungare l’abbronzatura estiva? Scopri le creme e i prodotti da utilizzare in autunno.

Altri articoli per te:

Farmacia Cairoli logo

VISITA LA NOSTRA FARMACIA - PER TE SCONTI FINO AL 70%